Posto di lavoro
2014-01-16 02:05:28 +0000 2014-01-16 02:05:28 +0000
333

Qual è un modo "amichevole" per far sapere ai manager che avere buoni sviluppatori è un privilegio?

Lavoro per una piccola azienda, dove recentemente abbiamo avuto un cambio di manager. Il nuovo manager non ha esperienza nella gestione degli sviluppatori, e il vecchio manager si è trasferito in un ruolo di sviluppo per colmare le lacune lasciate dagli sviluppatori senior che lasciano l'azienda e non riescono a trovare sostituti.

Recentemente sono stato messo da parte, perché tendo a stare in ufficio solo 6-7 ore, o a fare commissioni a metà giornata, quando il mio lavoro non richiede collaborazione con altri sviluppatori e non sono in ritardo. Mi è stato chiesto di essere presente in ufficio per 8 ore, per nessun altro motivo se non che la mia assenza può far pensare agli altri dipendenti di poter uscire per un po' di tempo o di poter lavorare anche per giorni più brevi.

Credo che abbia anche messo da parte un altro sviluppatore senior e abbia detto loro la stessa cosa, il che mi dà fastidio, perché questo sviluppatore è meno comprensivo e non credo che l'azienda possa continuare se dovesse andarsene.

La realtà è che ogni nostro sviluppatore senior può uscire dalla porta e avere un nuovo lavoro con una retribuzione superiore anche del 30-40% entro una settimana. La maggior parte di noi rimane qui solo per l'ambiente informale, e per poter mischiare il tempo personale con le giornate lavorative.

Come posso far sapere a questo manager che non è in grado di avere alcuna aspettativa nei nostri confronti, al di là del fatto che produciamo software di qualità secondo i tempi previsti? Ho difficoltà a capire come posso trasmettere tutto questo senza fare la figura dell'idiota, o essere minaccioso.

Risposte [19]

388
2014-01-16 04:45:05 +0000

Il compito del vostro manager è quello di gestirvi. Vuoi dire al tuo manager che se ci prova te ne andrai. Questa sarà una discussione in contraddittorio, a prescindere da tutto. Se volete farvi capire senza dargli un ultimatum, prima dovete capire il suo ragionamento, e poi dovete spiegare gentilmente il vostro. Qualunque cosa dica, rispetta la sua autorità come manager e termina la conversazione in buoni rapporti.

Comprendi il suo ragionamento

"Cerca di vedere le cose onestamente dal punto di vista dell'altra persona".

  • Dale Carnegie, How to Win Friends and Influence People

Tu suggerisci che questo nuovo manager stia parlando solo delle otto ore del giorno perché non ha mai lavorato con gli sviluppatori prima. Ne è sicuro? Il vecchio manager avrebbe potuto essere rimosso perché non ha fatto rispettare le regole. Forse la direzione ha notato che le persone erano costantemente fuori dall'ufficio e ha chiesto al nuovo manager di migliorare la situazione. Forse è preoccupato di essere a corto di personale perché altri sviluppatori se ne stanno andando.

Ognuno di questi sono un problema molto diverso dal suo punto di vista, e richiedono una finezza diversa per lavorare al suo fianco. Piuttosto che entrare e dare un ultimatum, la prima cosa da fare è chiedergli quali sono i suoi ragionamenti. Per esempio:

Ehi capo, volevo dare un seguito a quella conversazione che abbiamo avuto sull'orario di lavoro. Da quando siamo entrati in azienda abbiamo avuto la tendenza ad avere orari di lavoro flessibili e abbiamo incoraggiato ad avere un sano equilibrio tra lavoro e vita privata, purché il lavoro venga svolto in tempo. Dato che lavoreremo insieme, voglio cercare di capire i vostri obiettivi per gestirmi in questo modo. Le dispiacerebbe spiegarmi il cambiamento?

Il punto è dire: "Questo mi sembra un po' improvviso, quindi da adulto maturo voglio capirlo" piuttosto che passare all'offensiva. Questo gli dà la possibilità di pensarci, di spiegarsi, e forse anche di scioccarti avendo una buona risposta.

Spiega gentilmente la tua opinione

"Non criticare, non condannare e non lamentarti".

  • Dale Carnegie, Come conquistare amici e influenzare la gente

Potresti non essere d'accordo con il suo ragionamento. Potreste pensare che sia stupido e che farà mollare tutti. E potrebbe. Ma dirglielo direttamente non farà altro che farlo arrabbiare. Dovete spiegare con delicatezza la vostra posizione, per esempio:

Parte del motivo per cui sono stato così fedele a questo lavoro e questa azienda è la flessibilità che mi permette. Capisco che lei vuole che io stia qui 8 ore al giorno perché <ragione x>, c'è un modo per trovare un modo per soddisfare le sue esigenze e permettermi comunque una certa flessibilità quando ho delle cose di cui devo occuparmi durante l'orario di lavoro?

Cercando un modo per scendere a compromessi, e chiedendogli di condurvi alla risposta, sarà molto più disposto a darvi un po' di margine di manovra piuttosto che se lo esigete a prescindere da ciò che vuole.

Rispettate la sua Autorità

In fin dei conti è lui il manager e ha il compito di prendere queste decisioni indipendentemente dal fatto che voi siate d'accordo o meno. Se scende a compromessi e vi lascia un po' di flessibilità, dite: "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi", "Grazie mille, non vedo l'ora di lavorare con voi". Se davvero non riuscite a convivere con la sua decisione, iniziate i colloqui altrove ed emettete la vostra lettera di dimissioni. Minacciare di licenziarsi non renderà più piacevole la vostra vita lavorativa (non farà altro che peggiorare le cose), quindi è meglio licenziarsi in buoni rapporti. Negoziando con i piedi otterrete risultati molto migliori rispetto a quelli ottenuti con il vostro manager.

388
88
2014-01-16 14:47:34 +0000

La realtà è che ognuno dei nostri sviluppatori senior può uscire dalla porta e avere un nuovo lavoro con una retribuzione superiore del 30-40% entro una settimana. La maggior parte di noi rimane qui solo per l'ambiente informale, e per poter mischiare il tempo personale con le giornate lavorative.

Come posso far sapere a questo manager che non è in grado di avere alcuna aspettativa nei nostri confronti, al di là del fatto che produciamo software di qualità secondo i tempi previsti? Ho difficoltà a capire come posso trasmettere tutto questo senza fare la figura dell'idiota, o essere minaccioso.

Ho letteralmente avuto una conversazione su questo argomento con il mio capo ieri. Il mio team ha lavorato più di 50 ore a settimana con straordinari pagati, ma io (in quanto sviluppatore solitario di un team di non-devs) dopo Natale ho deciso che non voglio farlo continuamente. Sto effettivamente prendendo un taglio di stipendio del 30% diminuendo quelle ore.

Ma mi trovo in una situazione molto simile, dove sono pienamente consapevole che le mie competenze mi permetterebbero di fare più soldi altrove e sarebbe facile trovare un lavoro se dovessi scegliere.

Ecco cosa ho fatto:

  1. 1. Non usurpare l'autorità del tuo capo. Il tuo capo è il tuo capo, il tuo manager, e in ultima analisi responsabile del tuo continuo successo. Assicurati che questo sia chiaro durante la conversazione. Vuoi che il tuo capo/manager capisca che rispetti ancora l'autorità del tuo capo, altrimenti qualsiasi conversazione come questa si rivelerà minacciosa.
  2. Non usurpare l'autorità del tuo capo*. *2. Trovate il modo di farla "vincere". 3. La vostra intera prospettiva deve cambiare da "come ottengo ciò che voglio?" a "come sia il mio manager che io stesso otteniamo ciò che voglio". Questo è importante. Non sei tu contro il manager (questa sembra essere la tua mentalità). Il vostro obiettivo non è quello di "vincere" questa discussione, ma di trovare un terreno comune accettabile per entrambe le parti.
  3. **Anche in questo caso, non avvicinatevi a questo cercando di "combattere" o "vincere". Questo è importante se volete che questa conversazione vada bene.

Detto questo, abbiamo parlato di un atteggiamento che dovete avere per far sì che una conversazione come questa abbia successo. Ora devi avere una ragione e una giustificazione per "vincere vincere".

Ecco cosa ho fatto nel mio approccio:

  • Sono stato onesto. Non credo che lavorare 50 ore mi renda più produttivo nel complesso che lavorare 40 ore. Se lavoro meno, sono incentivato a massimizzare la mia produttività, ecc. Questo è vantaggioso per il mio capo, perché in ultima analisi la sua responsabilità è quella di ottenere il massimo valore da me. Se si tratta di 60 settimane all'ora perché sono pigro o di 40 anni perché sono disposto ad essere iper concentrato, allora questo è un vantaggio. In particolare:
  • Non riesco a fare molto quando sono esausto
  • Perdo il morale in modo significativo quando "conto le ore" contro "faccio le cose"
  • Mi piace essere produttivo e di conseguenza voglio ottimizzare il mio orario di lavoro
  • Faccio un lavoro extra facilmente non essendo riposato (bug, codice non ottimale/buono, ecc.) che compensa il saldo
  • Non sono al lavoro principalmente per soldi
  • Fondo modi per comunicare il reciproco vantaggio di lavorare meno e più lavoro di qualità. Devi assolutamente farlo. Non si può dare un ultimatum. Il tuo manager deve capire che c'è un vantaggio reciproco.

Potresti voler discutere un po' della cultura aziendale e di come l'orario flessibile ti permetta di svolgere il tuo lavoro più facilmente perché sei rilassato e la dinamica del team è davvero buona in questo.

Sii consapevole che anche il tuo nuovo capo potrebbe essere nuovo nella cultura del tuo team. Sarà difficile per lui/lei adattarsi a questo. Ricordatelo e riconoscete che non ha l'esperienza della vostra cultura di squadra che avete voi.


A parte questo, il vostro post diceva: "Mi piace molto non lavorare sodo e avere un lavoro facile perché il mio capo sa che se si aspetta un lavoro duro mi licenzio". Se hai questo atteggiamento, immagino che l'intero post di cui sopra non si applichi veramente...

88
38
2014-01-16 02:25:26 +0000

Il tuo manager è il tuo manager. A meno che la società non permetta specificamente che il vostro ruolo non sia impostato a orari fissi, o non permetta al vostro manager di impostare orari fissi, o che abbiate un contratto che lo controlli, allora il vostro manager ha l'autorità per farlo.

Se non vi piace, potete dirlo al vostro manager, ma ricordate che questa autorità è spesso riservata ai manager, non ai dipendenti.

Potreste adottare l'approccio che questa è una nuova politica e voi, essendo abituati alla vecchia politica, avrete bisogno di un po' di tempo per adeguare il vostro orario non lavorativo a questo nuovo requisito, anche se ciò è accettabile e la vostra domanda sembra voler combattere.

Potreste provare a spiegare in termini di cose che stanno a cuore al vostro manager, come ad esempio: "Capo, so che preferite avere orari regolari, ma quando sono in grado di usare il tempo flessibile, finisco per fare del lavoro extra la sera, dopo il mio rientro a casa". [...] Vorresti capire il suo processo per ottenere di nuovo quel beneficio.

Potresti dire al tuo capo, in modo professionale, che l'eliminazione del beneficio del tempo flex causa una riduzione equivalente del tuo compenso, e che ritieni che ti sia dovuto un aumento del compenso in qualche altra forma se decidono di non fornirti questo particolare compenso. Fate attenzione, però, perché può essere considerato molto conflittuale se non viene gestito con molta attenzione.

Se davvero non vi piace, potete provare a parlare con le Risorse Umane, se avete un ufficio Risorse Umane, oppure potete sempre trovare un nuovo lavoro.

38
36
2014-01-16 12:18:02 +0000

La maggior parte di noi rimane qui solo per l'ambiente informale, e per poter mischiare il tempo personale con le giornate di lavoro.

Iniziate a dirglielo, preferibilmente con "Ehi capo, ho una verità difficile da condividere". Credo che...". Gli farai un favore: un'intuizione come questa è fondamentale per il tuo manager per fare il suo lavoro in modo efficace. Se è tagliato per il suo nuovo ruolo, ti sarà sinceramente grato per averglielo proposto.

Detto questo, vedo alcune bandiere rosse:

  1. Il nuovo manager non ha esperienza nella gestione di sviluppatori
  2. La partecipazione è la metrica più pigra (e meno utile) per un manager per concentrarsi su
  3. 3. Motivo per cui i devs lavorano nella tua azienda (essenzialmente perché non devono lavorare un giorno intero)
  4. 4. Parola di #3 (perché "stai qui", in contrapposizione al motivo per cui "ti piace lavorare" qui)
  5. Implicazioni del #4, unite al fatto che si tratta di una piccola azienda

Se non ti dispiace che io sia sincero, probabilmente lo devi a te stesso di trovare un nuovo lavoro. Potrebbe non essere sempre facile per voi, o per noi sviluppatori di software in generale. Siamo fortunati a lavorare in un campo che scotta; non sprecare l'opportunità solo per poter lavorare part-time e ricevere una paga a tempo pieno. Fidatevi, non ne varrà la pena a lungo termine (a meno che non stiate facendo qualcosa di più che fare commissioni durante il vostro tempo libero).

Ma questa è solo la mia opinione (basata sul fatto di aver lavorato più di 10 anni nella tecnologia), sentitevi liberi di prenderla o di lasciarla.

36
17
2014-01-16 09:11:32 +0000

Ho recentemente lasciato il mio lavoro dopo aver ottenuto una posizione in un'altra azienda e vorrei condividere la mia opinione su questa situazione.

Se la direzione non è a conoscenza dei prezzi correnti di mercato per la vostra posizione, basta che lo comunichiate in modo molto discreto e privato, essendo il più franco possibile. Dite loro quanto sia importante mantenere vivo il sistema e quanto dipenda dagli attuali sviluppatori, date loro un quadro di quanto sia critico ogni sviluppatore e di quanta formazione e conoscenza sia necessaria per ricaricare quella posizione. Poi date loro il tempo di adattarsi (una settimana al massimo) perché dovranno ricontrollare queste informazioni.

A questo punto, dovrebbero chiamare voi e i vostri colleghi con nuove opzioni di pagamento o migliori condizioni di lavoro. Se non lo fanno probabilmente significa che non gli importa di non aver valutato il mercato degli sviluppatori (il che significa solo che sono irresponsabili), sono al verde, o che non gli importa che il sistema funzioni e abbia una strategia di uscita.

Edit:

Vorrei aggiungere che finché non hate questa società, cercate di rimanere fino a quando i vostri desideri non saranno soddisfatti. La direzione può cercare di mantenervi soddisfatti con un cambio di posizione che non vi costerà nulla, o con un cambio simbolico di privilegi o salari. Siate ostinati a superare questo passo manageriale, rifiutate le offerte se non vi soddisfano, date loro il maggior numero di possibilità possibile. Sono solo affari. Non buttate via tutto quello che avete fatto lì dentro.

17
14
2014-01-16 15:55:29 +0000

Trovo utile pensare al rapporto con il mio datore di lavoro come a una relazione d'affari. Sto fornendo un servizio e ricevendo dei benefici. Essi forniscono prestazioni e ricevono un servizio. Se, in qualsiasi momento, ritengo che il rapporto sia sbilanciato, posso tentare di adeguarlo o trovare una nuova posizione con un rapporto più adeguato.

Ciò significa che sono responsabile di decidere quale strada intraprendere. Se il mio attuale datore di lavoro mi piace e decide di costringermi a seguire un programma prestabilito, gli farò sapere che è necessario che ci sia qualcosa da offrire dalla loro parte del rapporto per rimediare. Se non posso accettare i nuovi requisiti, gli faccio sapere che è inaccettabile. Spetta poi a loro decidere se vale la pena di forzare il problema o di adeguare la loro attività alle mie esigenze.

Se non riusciamo a risolvere il conflitto, chiudiamo il rapporto. Non è perché una delle due parti sia cattiva, è solo che le cose sono cambiate da una parte o dall'altra abbastanza da non essere più adatti l'uno all'altra.

Nel vostro caso, la direzione è cambiata, e vi stanno dando un nuovo programma. Hanno fornito delle motivazioni - che tali motivazioni siano valide o meno non ha importanza dal vostro punto di vista. Finora siete stati in grado di continuare a lavorare con loro perché vi hanno dato flessibilità, ma ora vi hanno tolto questa flessibilità e non l'hanno sostituita con qualcos'altro che renda il mantenimento di questa relazione degna di voi.

Potete negoziare con loro e/o cercare un datore di lavoro che si adatti meglio alle vostre esigenze.

14
12
2014-01-16 09:51:09 +0000

Sento e ho espresso in altre occasioni che gli sviluppatori dovrebbero essere misurati in base alla qualità del loro lavoro e della loro produzione e non in base al tempo che dedicano al lavoro. Penso che questo sia un vecchio modo di trattare le posizioni a tavolino che si è insinuato nello sviluppo.

Convocherei un incontro con questo nuovo manager e gli chiederei se ritiene che la qualità e/o il volume del vostro lavoro possano essere migliorati. In tal caso, potreste dovervi dedicare un po' più di tempo. In caso contrario, gli chiederei perché vorrebbe che lei si sedesse alla sua scrivania per un'ora in più, se sta ottenendo da lei ciò di cui ha bisogno nel tempo che sta già impiegando e cosa si aspetta da questa ora in più.

Se ha 8 ore di lavoro da fare e lo finisce in 7, perché le persone che possono finirlo solo in 9 hanno motivo di voler lasciare il lavoro in anticipo perché lo fa lei? Voi (come molti sviluppatori) avete bisogno di un ambiente rilassato in cui lavorare e costringervi a rimanere quando siete in anticipo non è rilassante. Digli che accetti una retribuzione inferiore alla media nella tua posizione attuale perché ti piace la libertà che hai in questo ruolo, che rende piacevole il tuo ambiente di lavoro e che mettere restrizioni inutili ti sta portando via il motivo stesso per cui ti piace questa azienda.

12
11
2014-01-16 12:04:02 +0000

Nessuno è indispensabile. Una verità scomoda, ma qualcosa che si potrebbe considerare quando si guarda se ti piace o no il nuovo regime.

Il nuovo manager può non avere esperienza nei modi degli sviluppatori, ma se è un buon manager allora imparerà. Se impara, tutti ne trarranno beneficio.

Sta facendo 1-1 chat per vedere come te la stai cavando? Questa è una pratica comune negli ambienti di sviluppo software ed è un segno di (almeno il tentativo) di seguire il buon governo.

'Fare una piccola chiacchierata' può essere un segno di pratiche discutibili di gestione delle prestazioni che vengono portate avanti, non si può dare un giudizio senza prove. Magari parlate con il vostro collega di ciò che è stato o non è stato detto.

Per quanto riguarda il ritorno del vostro precedente manager allo sviluppo, cosa ha detto in merito?

A conti fatti, l'approccio migliore è quello di non essere conflittuali, raccogliere le vostre informazioni e poi prendere una decisione. In ultima analisi, è necessario che vi troviate in un ambiente di lavoro confortevole, dove l'azienda vi apprezza e sentite di fare la cosa giusta.

11
6
2014-01-16 10:48:05 +0000

Sono ancora uno studente, ma ho affrontato un problema simile in un precedente tirocinio.

Il mio percorso è stato quello di evitare di minacciare (per quanto possibile) e di andare semplicemente con "Queste sono le mie esigenze di lavoro, che mi coinvolgono lo sviluppo x e y secondo il programma z. Per quanto ne so, sono in realtà significativamente in anticipo su tutte le mie scadenze. Non so bene perché sia un problema per me fare commissioni durante la mia giornata se soddisfo tutti i miei requisiti e non do fastidio a nessuno"

La risposta che ho ricevuto è stata essenzialmente "brontolare brontolare ... bisogno di lavorare x ore ... brontolare brontolare ... non posso avere persone che rallentano", a quel punto ho chiesto come stavo rallentando. La conversazione si è conclusa lì, senza ulteriori lamentele da parte loro.

Se il tuo manager è "solo" un manager (il che significa nessuna esperienza di sviluppo precedente) c'è una buona probabilità che stia ancora lavorando sulla vecchia idea del "mettere le ore richieste". Vale la pena sottolineare con delicatezza che si stanno soddisfacendo tutti i requisiti.

Per quanto riguarda l'altro sviluppatore da lei citato, sottolineare quanto sia importante il lavoro di quella persona può rendere il manager più sensibile ad essi. Purtroppo, non credo ci sia un modo "carino" per dirgli che si sta comportando da idiota...

D'altra parte, questo non sembra il più meraviglioso dei lavori, quindi forse vale comunque la pena di guardarsi intorno?

6
5
2014-01-16 13:35:13 +0000

Procuragli una copia di Tom DeMarco Peopleware e mettici un pennarello nella pagina su Spanish theory management (STM). STM si riferisce al concetto di popolo minerario come risorsa come il modo in cui gli spagnoli cercavano di arricchirsi estraendo l'oro in Sud America piuttosto che permettere loro l'autonomia per innovare (gli inglesi hanno innovato invece durante la stessa epoca e ha avuto molto più successo) e DeMarco ne è piuttosto dannato nel suo libro.

Forse lascia il libro in giro da qualche parte la visione dei capi, in modo che lo prenda (accidentalmente) e lo legga e capisca la differenza tra un "lavoratore della conoscenza" e un "riempitore di posti a sedere". Ho avuto dei capi di "teoria spagnola" e come sviluppatore è l'ultima cosa che vuoi, a meno che forse i soldi non siano abbastanza buoni per tollerarlo.

Se lo legge tutto dovrebbe essere buono e buono. Se non lo fa, allora forse lascia aperta una pagina del browser con le tariffe degli appaltatori visibili su di essa, in modo che possa iniziare una conversazione con voi da una posizione meno autocratica.

Questo ragazzo è nuovo e probabilmente si sente insicuro - quindi siate suoi amici, portatelo in quello che fate spiegandogli e coinvolgetelo nella stima e condividete con lui il dramma. Colmerete il divario di comunicazione e tutti potranno tornare ad essere produttivi.

5
3
2014-01-16 18:21:58 +0000

OP, questa è una buona domanda.

Otto ore in un giorno è un numero arbitrario. Può essere indicato esplicitamente nel vostro contratto (cosa che, sono sicuro, il vostro datore di lavoro si dimenticherà comodamente quando vorrà che lavoriate di più), ma questo è comunque arbitrario. L'otto è solo un numero. Potrebbe essere sette, potrebbe essere nove.

Prendiamo, ad esempio, la raccomandazione, comunemente sostenuta, di bere otto bicchieri d'acqua al giorno. Come si è scoperto, questo si basa sul consumo d'acqua raccomandato per un uomo di 35 anni che pesa 250 libbre. Gli otto bicchieri d'acqua si basano su alcuni presupposti che possono essere o non essere veri nel vostro caso.

Ritengo che ci siano due domande - è ragionevole lavorare un numero flessibile di ore, o altrimenti chiedere altre disposizioni speciali che potrebbero non essere considerate standard, ed è ragionevole aspettarsi che il vostro manager comprenda e collabori.

La risposta a queste domande è e no , rispettivamente.

Devo lavorare otto ore?

No, naturalmente no. Come già detto, questo è solo un numero arbitrario. Si basa su ipotesi su quanto tempo una persona può essere produttiva e di quanto tempo una persona ha bisogno per la sua vita personale, cosa che potrebbe non essere necessariamente vera per te.

Probabilmente sei l'unica persona che sa per certo quante ore dovresti lavorare. Personalmente, non sono molto produttivo dopo sei o più ore di lavoro. Quando qualcuno mi dice che dovrei essere produttivo per otto ore, gli chiedo ** da dove hai preso quel numero, e quali sono le tue ipotesi? ** I CEO e gli altri dirigenti sono noti per andarsene a tre, o comunque per fissare il proprio orario. Non è perché sono pigri - la maggior parte dei CEO lavora molto duramente. Tuttavia, dato che non hanno nessuno a cui rispondere, gestiscono la loro giornata in base alle loro esigenze, rispetto a un benchmark approssimativo, destinato ad essere applicato a tutti.

È ragionevole supporre che ci sia un modo per convincere il mio capo a vedere le cose in questo modo?

Non è certamente una supposizione ragionevole da fare. Il tuo capo è un essere umano, ed è quindi del tutto impossibile sapere, con certezza, come reagirà a qualcosa o come convincerlo a comportarsi in un certo modo.

In genere, il motivo per cui un capo opererà in un sistema basato su quote di ore, è perché è confuso e spaventato. Costantemente in uno stato di incertezza sulla sicurezza del loro lavoro (perché non sono ottimi manager, quelli che presuppongono che tutti i dipendenti abbiano bisogno della stessa cosa) cercano di esercitare il maggior controllo possibile sulla situazione.

Le persone che sono confuse e spaventate non sono ragionevoli. Se offrite a una persona che scappa per la propria vita da un calpestio di bestiame 500 dollari, probabilmente vi correrà incontro. Questo perché un tale stato d'animo ci rende molto resistenti agli input esterni.

Cosa devo fare?

Secondo me, non dovresti fare qualcosa che pensi non abbia senso, anche se il tuo capo ti dice di farlo.

È importante valutare in modo indipendente tutto ciò che ti viene chiesto di fare, e assicurarsi che abbia senso, prima di farlo.

Dico questo perché così facendo costruisci il pensiero critico, e l'indipendenza. Quando si fa qualcosa che si pensa non abbia senso, solo per tranquillizzare un manager, si costruisce la co-dipendenza e l'autocompiacimento.

In fin dei conti, se si passano anni della propria vita ad agire in modo compiacente, si diventa compiacenti. Ed è la tua vita, quindi dipende da te.

Se il tuo capo non è ragionevole, dovresti licenziarti. Subito. Come si dice, "la persona che ha perso il lavoro per un motivo stupido, ne trova sempre uno migliore velocemente".

3
3
2017-03-23 10:30:41 +0000

Sfortunatamente ora state sperimentando la collisione della differenza di mentalità tra gli impiegati e gli sviluppatori di software. Ecco i fatti sugli ambienti d'ufficio che dovete accettare il prima possibile:

  • Il vostro manager non riesce a capire il vostro valore tecnico. Non ha le competenze o il background tecnico per capire la vostra differenza rispetto agli altri sviluppatori. Potreste pensare di essere preziosi perché state risolvendo enormi problemi tecnici più velocemente e meglio di chiunque altro, ma in realtà per lui non fa alcuna differenza. Se te ne vai, assumerà "un altro sviluppatore". Il nuovo sviluppatore potrebbe segnalare i problemi da voi risolti come "irrisolvibili", ma se il suo rapporto è solido il vostro manager non avrà problemi. Potrebbe commettere errori che costano all'azienda tonnellate di denaro, ma dato che il vostro manager non riesce a capirlo, non è un problema. Se sta seduto sulla sua scrivania per 8 ore, renderà il vostro manager più felice di voi.

  • Il vostro manager ha la vostra responsabilità sui suoi manager. Se non vi presentate in orario o non lasciate l'ufficio a mezzogiorno, il suo manager vi farà delle domande e avrà difficoltà a rispondere. Questo si rivolgerà a voi immediatamente.

  • Le persone sono di solito gelose e risentite per natura. Così, se fai meno ore dei tuoi colleghi, si arrabbieranno dentro di te, non importa quanto siano buone le tue capacità, o se le superi già e non ti è stato assegnato alcun compito, e tu berrai tè e navigherai in internet per il resto della giornata. E il vostro manager deve mantenere stabile l'ufficio, anche se è d'accordo con voi. Non prendetela sul personale.

  • Il vostro accordo con il vostro datore di lavoro stabilisce che dovete stare al lavoro per 8 ore, altrimenti non sarete pagati. Penso che sia una buona ragione al di là di tutto quanto sopra.

Questi sono i fatti a cui non si può sfuggire. Essendo stato in ambienti simili per 10 anni, ecco le soluzioni che potrei trovare:

  • Lavorare più lentamente. Se svolgi tutti i tuoi compiti e bevi tè durante il resto della giornata, sarai "Il ragazzo che beve tè per metà della giornata". Se fai fatica per tutto il giorno e riesci a malapena a portare a termine un compito, sarai "Un dipendente che lavora sodo e che mantiene le sue prestazioni fino all'ultimo minuto".

  • Potresti chiedere di lavorare da casa per una o due volte a settimana. Se non si accorgono che non stai facendo nulla, saranno contenti finché porti a termine i tuoi compiti.

  • Se nessuno di loro lavora, ci sono aziende tecnologiche "safe heaven" che non ti chiedono dove sei, se fai bene il tuo lavoro. (Per coincidenza, di solito sono le migliori aziende del mondo) Potresti prendere in considerazione l'idea di passare a una di loro.

3
3
2014-01-18 03:26:38 +0000

Non confrontatevi. Spiegate il vostro punto di vista nel linguaggio gestionale - come migliora la produttività, piuttosto che i vantaggi personali egoistici.

La giornata lavorativa di 8 ore si basa su linee di montaggio e attività euristiche. In qualità di ingegnere del software, avete bisogno di un sacco di brevi pause di concentrazione e di riposo nel mezzo. È del tutto possibile lavorare 8 ore al giorno e non realizzare nulla.

Dopo un po' di esperienza e molte ricerche (circa un anno di monitoraggio di tutto ciò che faccio), trovo che la quantità ottimale di lavoro per uno sviluppatore di software sia massimo 200-300 minuti al giorno. Questi sono minuti. Non si riduce a 3-5 ore al giorno. Si tratta più spesso di 4-5 ore, a seconda del livello di disciplina.

Potete trovare il vostro ottimale sulla base della vostra ricerca personale, ma queste sono le mie scoperte personali.

Dopo di che, scrivo un rapporto basato su ciò che tutti questi minuti sono stati spesi. Per esempio, 200 ore passate a riparare il bug della telecamera, 50 minuti passati nella cache, 75 minuti passati a rifattorizzare e commentare.

Offriti di fare la stessa cosa per il tuo manager. I dipendenti saranno felici di lavorare 200 minuti al giorno. I manager sono contenti, perché dà loro un senso di controllo se tutti scrivono un rapporto su tutto. I manager odiano quando si passa tre ore di programmazione dicendo... un'icona lampeggiante e chiedono di sapere perché ci è voluto così tanto tempo.

L'effetto collaterale è che è anche un modo diplomatico per spiegare che le riunioni sono una perdita di tempo. Sarà anche utile per prevedere il tempo necessario per svolgere alcuni compiti... quindi se lo sviluppatore A fa un'interfaccia utente in 200 minuti e lo sviluppatore B la fa in 350, il management sa che il tempo necessario per fare la stessa cosa in futuro è compreso tra 200-350 minuti. E se supera questo tempo, possono capire cosa sta andando storto.

Il tempo in eccesso è meglio usarlo per rilassarsi, perché il rilassamento aiuta ad essere più produttivi in futuro e migliora il morale dell'azienda. Lei stesso ha ammesso che l'alto morale dell'azienda significa un tasso di ritenzione più alto e meno soldi spesi per la retribuzione. Rendetegli chiaro questo beneficio del morale.

Se insiste ostinatamente nel farvi lavorare 8 ore nonostante sia più produttivo per lavorare _ meno ore_, allora non è un buon manager; vuole semplicemente controllo e potere. Va bene se è semplicemente inesperto e non sa come funzionano le cose. Tutti noi abbiamo imparato sul lavoro. Ma se si rifiuta ostinatamente di non imparare, si licenzia o viene sostituito. Rifiutarsi di ascoltare le persone che gestisce farà crollare l'intera squadra e l'intera azienda.

3
2
2014-07-25 14:23:38 +0000

Nel corso di molti anni, ho scoperto che le persone creative lavorano meglio con il guinzaglio più sciolto possibile. Ogni tanto qualcuno ne abusa, e bisogna affrontarlo su base individuale. Di solito questo significa permettere loro di andare avanti. Assicuratevi di non essere in quella categoria.

Forse il vostro attuale supervisore è stato messo in atto per "stringere" una cultura che vi è sfuggita di mano. Se è così, non litigate con lui, lavorate con lui. Aiutatelo ad avere successo e lui lavorerà con voi. Considerate che potrebbe essere stato messo in atto per permettere a qualche trasgressore egregio di andare avanti.

Se il vostro tempo di flessione, che è uno dei migliori e più economici benefici che un datore di lavoro può offrire, è diventato un problema, trovate un compromesso. Lavorate con il vostro supervisore e sviluppate un programma con cui entrambi possiate convivere; programmate il vostro tempo per andare a correre, assicuratevi che il programma mostri che sarete sulla vostra sedia tanto quanto lui ne ha bisogno.

Una volta (30 anni fa), anch'io correvo a metà giornata. Quando correvo, non pensavo ai passi, pensavo a qualsiasi problema mi lasciasse perplesso. Alcuni dei miei momenti migliori "ah-ha" sono arrivati mentre correvo lungo l'argine. Il cambio di scenario e l'aria fresca possono fare miracoli. Ho solo tre immobiliaristi a tempo pieno, stipendiati, ma pago l'abbonamento a una palestra aziendale nel miglior posto della città, solo per farli alzare dalle loro sedie.

Soprattutto, fate tutto il necessario, per evitare di renderlo conflittuale. È una situazione che non è mai una vittoria per nessuno.

Andate a lavorare domani, determinati a far parte della soluzione. Parli come un forte contribuente, che lavora in quella che potrebbe essere una buona situazione. Lavorate per mantenere entrambi.

2
2
2014-01-17 20:27:39 +0000

La produttività può diminuire dopo n numero di ore, ma rimane comunque al di sopra dello 0%. Supponendo che la vostra inizi a ridursi dopo sei ore consecutive, il vostro capo otterrà comunque di più su 2 ore al 50% che su 0 ore al 100%.

Siamo tutti meno produttivi alla fine di una giornata lavorativa. Il modo in cui le persone mature affrontano questo problema è organizzando la giornata per mettere in pratica gli elementi che funzionano bene con la produttività esaurita. Potrei fare la parte del leone nel mio sviluppo al mattino e conservare il materiale di formazione necessario per la fine della giornata. Oppure potrei organizzare la mia casella di posta in arrivo. Oppure, se ho qualcosa che richiede più roba di routine, lo farò.

Un problema con la tua domanda è che pensi che il tuo capo stia trattando questa cosa come una transazione commerciale e tu non lo stai facendo... che sta pagando per 8 ore e vuole 8 ore, e tu vuoi solo che si tratti della produttività. In realtà, la state trattando come una transazione tanto quanto lui. Solo che stai usando una valuta diversa. Stai pagando il tuo capo con un software di qualità - ci fidiamo della tua parola sulla qualità, per il gusto di discutere - e vuoi una giornata flessibile di 6-7 ore. Nessuno di voi due è più o meno nobile dell'altro in questo scenario. Non siete d'accordo solo sul prezzo.

Il problema principale della vostra domanda, tuttavia, è che date il vostro lavoro per scontato, e sembra che lo facciate perché sopravvalutate le vostre capacità. Il lavoro è lavoro, e in fin dei conti lo facciamo perché qualcuno ha bisogno di un lavoro fatto e noi abbiamo bisogno di soldi per sbarcare il lunario. Che il lavoro è lavoro significa che spesso comporta un rallentamento nelle ultime ore della giornata con una produttività ridotta. Lavoratori preziosi sono quelli che (come ho detto prima) trovano il modo di bilanciare il calo di produttività con compiti più facili - anche se ancora necessari - che si adattano meglio alla produttività ridotta.

Avere degli sviluppatori veramente bravi è un privilegio, hai ragione. Ma dove si sbaglia è nell'etichettarsi uno sulla base delle proprie competenze e dei propri risultati. Quando si elevano i propri desideri a un livello di arroganza e ci si considera al di sopra di ogni rimprovero, si compensa negativamente qualsiasi capacità che si possa possedere.

2
2
2014-07-25 16:16:37 +0000

Dopo aver letto le risposte, non ho visto una prospettiva manageriale.

Diciamo che ho 5 sviluppatori. Stanno rispettando le scadenze, non ci sono grossi problemi, ecc. Tuttavia il tempo totale di lavoro settimanale per il gruppo è di circa 160 ore. In questa situazione ne licenzio uno.

Perché? In parole povere, ho più capacità di lavoro di quanta ne abbia e questa capacità in eccesso è costosa. È molto più sensato dal punto di vista finanziario avere solo le 4, anche se le pago un po' di più.

FYI - il mio background è di oltre 20 anni di sviluppo, di cui 15 di gestione di altri. Più altri 8 che possiedono un'azienda.

Il manager ha ragione. Se spesso non sei in ufficio e lavori solo 6 ore al giorno circa, allora gli altri lavoratori (specialmente quelli che non si occupano di sviluppo) probabilmente proveranno risentimento per il fatto. Soprattutto se devono aspettare di parlare con te perché sei fuori a "fare commissioni" abbastanza spesso. Gli altri lavoratori sanno che siete una risorsa costosa, e alcuni probabilmente nutrono già un certo risentimento. Non essendo in ufficio durante il normale orario di lavoro glielo sbattete in faccia.

Per un'azienda, avere degli sviluppatori non è un privilegio; non ho idea da dove l'abbiate preso. Sembra che tu abbia un bel lavoro comodo, quindi sta a te decidere se vuoi mandare tutto all'aria.

Non credo che l'azienda possa continuare se se ne andasse.

Dovresti togliertelo dalla testa, perché non è solo sbagliato, ma dà anche un brutto tono. Le aziende sono certamente sopravvissute a interi reparti che se ne sono andati. Certo, questo mette a dura prova le cose, ma c'è sempre qualcuno disposto a intervenire da dove si è lasciato. Io sono stato personalmente coinvolto in diverse varianti di questa situazione: Ho avuto un gruppo che mi ha abbandonato, ho licenziato un intero reparto e ho fatto parte di un grande gruppo che se n'è andato perché alcune stupide richieste non sono state soddisfatte. In tutti i casi l'azienda è sopravvissuta e ha finito per migliorarsi.

Come posso far sapere a questo manager che non è in grado di avere alcuna aspettativa nei nostri confronti, al di là del fatto che produciamo software di qualità secondo i tempi previsti?

Se, come manager, pensavo che ti sentissi così, ti mostrerei subito la porta. Questo atteggiamento è tossico e dimostra una totale mancanza di rispetto per l'autorità e per i suoi colleghi. Lei si trova già in una posizione molto comoda, essendo ben retribuito rispetto agli altri e avendo un lavoro apparentemente facile. Come minimo dovrebbe aspettarsi che tu ti comporti come se volessi lavorare lì.

2
1
2014-01-19 12:22:50 +0000

In particolare al punto di educare il vostro manager: Io non sono cristiano e non devi esserlo neanche tu per togliere qualcosa alla parabola degli operai della vigna. A meno che il vostro posto di lavoro non riconosca un sindacato o un altro quadro di contrattazione collettiva, ha un accordo indipendente con ogni dipendente. I dipendenti possono essere messi a conoscenza di questo senza causare risentimento, ed è una cosa normale per il loro manager. Non è intrinsecamente il vostro lavoro seguire il modello di lavoro della maggioranza.

Se il datore di lavoro è diventato di recente completamente inflessibile per quanto riguarda la politica, allora avete un vero problema: non vogliono più dipendenti che lavorano come voi. Allora il vostro tentativo di istruire il vostro manager può far sì che il vostro manager istruisca anche voi, il che va bene. Questo può andare oltre il vostro nuovo manager fino al punto in cui il problema è intrattabile.

In particolare fino al punto di ottenere il vostro orario di lavoro: una serie di situazioni potrebbero applicarsi in base al vostro BATNA (migliore alternativa a un accordo negoziato). Se volete recuperare il vostro tempo, probabilmente una cosa importante è che sia voi che il vostro nuovo manager siate sinceri con gli altri dipendenti e che non ve la svignate di nascosto, e non è tollerato: avete il permesso di andarvene per un motivo che forse non è affar loro o che forse può essere condiviso. Potreste anche offrire di essere il più discreti possibile se lo fate mentre alcuni dei vostri colleghi sono molto impegnati. Promettete di non annunciare a voce alta alle 16.00 che avete implementato la storia di oggi, controllato nel codice, e li vedrete al bar ogni volta che il loro cervello inferiore li farà finire per la giornata ;-)

In ogni caso, situazioni possibili:

  • Avete la capacità legale per continuare le vostre pratiche esistenti, e il vostro nuovo manager in effetti sta chiedendo un lavoro extra senza retribuzione. BATNA: rifiutate la richiesta.

Allora il vostro manager vi chiede un favore piuttosto grande (un'ora o più al giorno è molto, anche se lo fate solo quando siete in orario). Dovete comunicarglielo e assicurarvi che capisca che al momento non c'è niente per voi. Potete, se necessario, scavalcarlo se non riconosce i vostri diritti, ma il modo amichevole per avvicinarlo è persuaderlo, senza fare minacce, a non farvelo fare. Dovete lavorare sodo ora per non creare un confronto che significhi che rifiutarsi in seguito umilierà il nuovo manager. Quindi assicuratevi di esplorare e concordare la situazione reale prima che qualcuno dica qualcosa che non può sostenere.

  • Non avete una posizione legale, ma se dovete stare al vostro posto per 8 ore al giorno, allora preferireste farlo per un altro datore di lavoro che paga il 30% in più. BATNA: te ne vai.

Allora stai negoziando quali servizi fornirai al tuo datore di lavoro a quale tariffa. Questo è a volte incredibilmente facile e a volte incredibilmente difficile, tutto dipende da quanto velocemente uno di voi è pronto a piegare o a chiamare (quello che spera sia) il bluff dell'altro. Spiegate che il lavoro flessibile è estremamente prezioso per voi, che lo avete apprezzato fino ad oggi, che non credete di aver portato il vostro datore di lavoro a fare un giro. Forse si potrebbero stabilire alcune condizioni formali su ciò che è il vostro accordo, e in nome dell'equità queste stesse condizioni potrebbero essere estese ad altri dipendenti, se del caso. Se volete segnalare che non state bluffando, allora un'offerta in mano da parte di un altro datore di lavoro è il segnale più forte che potete ottenere o di cui dovreste avere bisogno. Da quello che dite nella domanda sarebbe facile da ottenere. Sì, questa è una minaccia, ma una volta aperta una trattativa formale a condizioni oneste una minaccia non è ostile, è solo business.

Un'ipotesi azzardata, ma supponiamo che tu sia attualmente in orario quasi sempre e quindi lavori 5 giorni a 6,5 ore al giorno (32,5 ore alla settimana). Questo non si addice al vostro datore di lavoro per motivi di orari di lavoro costanti tra i dipendenti. Supponendo che tu sia mentalmente in grado di lavorare più a lungo, forse potreste entrambi accettare di lavorare 8 ore al giorno per 4 giorni alla settimana, senza alcun cambiamento di stipendio o un cambiamento simbolico. I tuoi colleghi possono essere lasciati liberi di dare per scontato che tu sia pagato all'80% in proporzione, se lo scelgono in modo da non essere troppo invidiosi: anche se le retribuzioni sono pubbliche, presumo che il tuo stipendio sia riservato. Fate le vostre commissioni nel vostro giorno libero invece che durante la giornata lavorativa. Concordate che quando le scadenze sono strette lavorerete una settimana di 5 giorni per la TOIL.

  • Non avete una posizione legale, e preferite questo datore di lavoro per ragioni diverse dall'orario di lavoro flessibile. BATNA: accettate la richiesta.

Allora chiedete al vostro manager un favore piuttosto grande, e per quanto ne sappia non c'è niente per lui. Dovete avvicinarvi a questo punto, sostenendo che il vostro lavoro flessibile è nell'interesse del vostro datore di lavoro. Il vostro precedente manager potrebbe essere utile, se il nuovo manager lo rispetta, perché può spiegare perché ha tollerato quello che avete fatto prima (vale a dire, perché è utile peril business per lasciarvelo fare, in termini di rendervi più felici e più produttivi). Se non riesci a fare il tuo caso e finisci per lavorare le ore e finire i tuoi progetti in anticipo, invece di andartene in anticipo e finire i tuoi progetti in tempo, allora forse il tuo nuovo manager sarà un po' esperto nella gestione degli sviluppatori, dopo tutto. A volte si viene gestiti; preparatevi mentalmente a non serbare rancore.

1
1
2014-01-20 00:34:10 +0000

Ero esattamente nella stessa posizione circa dieci anni fa. È molto difficile negoziare questo - ci sono pochissimi manager di questo tipo, soprattutto se sono nuovi sul lavoro, che apprezzeranno le raccomandazioni "amichevoli" dei loro subalterni su come gestire le cose quando sono appena arrivati e intendono "fare le cose a modo loro". Se non stai attento, potresti ritrovarti senza lavoro.

Nel mio caso, c'era qualcuno "più in alto nella catena alimentare" che ha capito qualcosa sulla gestione degli sviluppatori, e mi sono rivolto direttamente a loro. Mi hanno detto che potevo tranquillamente ignorare il nuovo manager. Se hai questa possibilità, magari provaci.

Stai comunque molto attento - assicurati di conoscere bene il territorio.

Altrimenti, IMO, se non vuoi cercare un nuovo lavoro, la cosa migliore è giocare al gioco del nuovo ragazzo per un po' - baciatevi e fate i bravi: tra sei mesi o un anno, se farete un buon lavoro, avrete stabilito la vostra credibilità con il nuovo ragazzo. Poi le cose si allenteranno e potrai tornare gradualmente al tuo vecchio modo di lavorare.

1
-1
2014-01-19 06:17:11 +0000

La cosa più amichevole che si possa dire è la cosa schietta, onesta, priva di tatto. "Beh Bob, l'unico motivo per cui sono ancora qui è che mi piace il fatto di non dover lavorare una settimana lavorativa completa. Per me vale il 30-40% dello stipendio".

Ora immagina di essere tu stesso il nuovo manager di qualcuno e di sentirlo per la prima volta. Perché è proprio quello che stai dicendo. Non ti piace, ma lo sopporti perché va bene non prendere il tuo lavoro così sul serio.

Quanto ci tieni, come manager, a mantenere quel tipo?

Ci sono stato, ma non è una cosa da prendere sul serio. Quello che vuoi davvero è un cambiamento. O un nuovo lavoro o qualche miglioramento in quello attuale. Avrai un manager più ricettivo se prenderai il lavoro seriamente quando te lo chiederà e sarai in una posizione più rilassata per cercare di negoziare una volta che avrai messo in moto un po' di sentimento e sarai sicuro di poter prendere un nuovo lavoro in tempi relativamente brevi.

Ma davvero, perché, se sei abbastanza bravo da trovare un nuovo lavoro così facilmente, stai sopportando questa situazione? Personalmente preferirei molto di più una giornata di 8 ore di mediocrità nella programmazione che una giornata di 6-7 ore di frustrazione. Sembra che sia giunto il momento di trovare un nuovo posto di lavoro per altri sviluppatori, più che per te stesso. Non fa male cercare di cambiare le cose prima di partire, però. Come minimo potrebbe aiutare gli sviluppatori che devono assumere per sostituirti.

Il problema non è che non sappia cosa ci vuole per tenerti. È che sei ancora lì e non capirà perché meglio di me, al di là dell'inerzia generale della carriera dove trovare un nuovo lavoro è abbastanza doloroso da farti sopportare quello scadente che hai.

-1

Domande correlate